Imu 2020, è confermata la data del 16 giugno per l’acconto.

Aggiornamento tariffe:


E’ confermata per martedì 16 giugno 2020 la scadenza dell’acconto Imu 2020. Nella versione definitiva del Dl Rilancio si ribadisce quanto era già venuto fuori nella prima bozza del decreto. Sono esentate dal pagamento della prima rata le strutture adibite ad attività turistiche, a condizione che i possessori degli immobili siano anche gestori delle attività. E la scadenza della prima rata Imu 2020 resta fissata per il 16 giugno. “E’ prevista l’abolizione- si legge nel Dl Rilancio- del versamento della prima rata dell’IMU, quota-Stato e quota-Comune, in scadenza alla data del 16 giugno 2020 per i possessori di immobili rientranti nella categoria catastale D/2 e immobili degli agriturismo, dei villaggi turistici, degli ostelli della gioventù, dei rifugi di montagna, delle colonie marine e montane, degli affittacamere per brevi soggiorni, delle case e appartamenti per vacanze, dei bed & breakfast, dei residence e dei campeggi, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività.”

Altra novità riguarda i Cittadini “AIRE pensionati” dal 01/01/2020. Essi non beneficiano più dell’esenzione per l’abitazione posseduta in Italia e l’IMU è dovuta senza riduzioni, con l’applicazione dell’aliquota ordinaria. Il versamento per i residenti all’estero può essere effettuato con bonifico in favore della Banca d’Italia sul seguente conto: (IT 43 L 01000 03245 401300184794), con causale “IMU 2020”, indicando il codice fiscale, il codice tributo, acconto o saldo, il nome del Comune dove sono ubicati gli immobili.

Il comune di Trasacco mette a disposizione un software, raggiungibile cliccando sull’immagine qui sotto, per effettuare il calcolo online del tributo da versare.