Sito in fase di test, nelle prossime ore saranno attivati nuovi servizi e funzionalità

Sito istituzionale

Cerca
Close this search box.

Sito in fase di test, nelle prossime ore saranno attivati nuovi servizi e funzionalità

Pubblicazioni di matrimonio

La pubblicazione matrimoniale è un passo preliminare essenziale nella preparazione del matrimonio, servendo a informare il pubblico dell'intenzione dei futuri sposi e a consentire a chiunque abbia obiezioni legittime di presentarle prima del matrimonio stesso.

Azioni e condividi:

Facebook
WhatsApp
Stampa
Email
Telegram

Argomenti:

Indice della pagina

Descrizione breve

La pubblicazione matrimoniale è un passo preliminare essenziale nella preparazione del matrimonio, servendo a informare il pubblico dell’intenzione dei futuri sposi e a consentire a chiunque abbia obiezioni legittime di presentarle prima del matrimonio stesso.

A chi è rivolto

Possono fare la richiesta di pubblicazioni coloro che hanno i requisiti necessari previsti dal codice civile, ovvero due persone:

  • di diverso sesso e di stato libero, cioè non legati da un precedente matrimonio civile o religioso con effetti civili;
  • non legate tra loro da vincoli di parentela, di affinità, di adozione e affiliazione nei gradi stabiliti dal codice civile (salvo autorizzazione del giudice tutelare);
  • maggiorenni o che abbiano compiuto il sedicesimo anno di età se muniti di autorizzazione del Tribunale dei Minorenni;
  • cittadini stranieri in possesso del “nulla osta” o “certificato di capacità matrimoniale” del proprio Stato.

Come fare

Matrimonio civile

Occorre che i futuri sposi si presentino presso gli sportelli dell’Ufficio di Stato Civile e portino i seguenti documenti:

– Carta d’identità;
– 1 marca da bollo se sono entrambi residenti a Trasacco ;
– 2 marche da bollo se uno degli sposi è residente in un altro
comune.

Una volta acquisita tutta la documentazione necessaria, si procede alla redazione dell’atto di pubblicazione, il quale verrà affisso, nella bacheca del comune o dei comuni di residenza degli sposi per otto giorni consecutivi , dopo di che trascorsi ancora tre giorni si potrà procedere alla celebrazione del matrimonio.

La data del matrimonio dovrà essere concordata con l’ufficio interessato, in quanto a celebrare il matrimonio sarà l’Ufficiale dello stato civile nella sua veste di Ufficiale di Governo.

N.B. I minori compresi tra i 16 ed i 18 anni per poter procedere alle pubblicazioni è indispensabile che presentino l’autorizzazione al matrimonio rilasciata dal competente Tribunale dei minori.

 

Matrimonio (religioso) CONCORDATARIO
Occorre che i futuri sposi si presentino presso gli sportelli dell’Ufficio di Stato Civile muniti di:

-carta d’identità
-Richiesta di pubblicazione rilasciata dal parroco di Trasacco

– 1 marca da bollo per l’atto di pubblicazione se gli sposi sono entrambi residenti nel comune;

– 2 marche da bollo se uno degli sposi è residente in altro comune(infatti la pubblicazione ,in questo caso deve essere richiesta, da parte del comune procedente, anche a quello di residenza dell’altro nubendo e dato che la stessa va inoltrata via fax la marca da bollo, necessaria a tale atto, viene scontata, per intero, dal comune richiedente-Circolare Ministero Finanze n. 223 del 04/12/00);

-Tutti i documenti necessari alla pubblicazione verranno, in base alle vigenti disposizioni di legge, acquisiti d’ufficio, dopo aver proceduto alla redazione del processo verbale che gli sposi dovranno firmare insieme all’Ufficiale dello Stato Civile.
Una volta che l’ufficio è in possesso di tutta la documentazione necessaria, si procede alla redazione dell’atto di pubblicazione, il quale verrà affisso, nell’albo pretorio del comune per otto giorni consecutivi, dopo di che trascorsi ancora 3 giorni si potrà ritirare presso l’ufficio di Stato Civile il certificato di “eseguite pubblicazioni” da riportare al parroco per contrarre il matrimonio.
N.B. nel caso di sposi residenti in comuni diversi , il certificato di eseguita pubblicazione, da restituire al parroco, potrà essere rilasciato solo dopo che il comune di residenza dell’altro sposo, cui è stata altresì richiesta la pubblicazione, ci avrà inviato il certificato di eseguite pubblicazioni lì eseguite.

Per potere celebrare un matrimonio con rito civile, e religioso avente effetti civili, occorre fare richiesta di pubblicazioni presso il comune dove uno dei due futuri sposi è residente.
Le pubblicazioni restano affisse per 8 giorni consecutivi, presso l’Albo Pretorio on line.
Il matrimonio deve essere celebrato entro 6 mesi (180 giorni). Se è stata concessa dal Tribunale riduzione del termine di pubblicazione o dispensa della stessa, deve essere presentato il relativo decreto.

Contatti

Punti di contatto

ufficio protocollo

https://www.terremarsicane.it

Riferimento unità organizzativa servizio : Ufficio servizi scolastici

Ufficio di riferimento : Ufficio Commercio – SUAP

Ufficio di riferimento : Area Demografica – Statistica – Leva

ufficio protocollo

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!