Confronto linguistico tra la IV e I epigrafe

Epigrafe IV

Lettera T
Ha raggiunta ormai la forma normale con la linea superiore perfettamente orizzontale alla verticale.

Lettera M
Più vicina alla normalità.

Lettera A
Quasi moderna.

Lettera L
Linea orizzontale unita alla verticale, ma con tendenza dal basso verso in alto.

Lettera U
Le due rette non formano angolo acuto, ma sono congiunte da un trattino orizzontale.

Lettera S
Di influsso romano, con tendenza ad addolcire i movimenti.

Lettera E
Romana

Epigrafe IV

Lettera T
Risente di un influsso greco con la linea superiore leggermente ondeggiante sulla verticale.

Lettera M
Esageratamente schiacciata e di forma primitiva.

Lettera A
Tipicamente marsa.

Lettera L
Di forma primitiva, con le due linee staccate.

Lettera U
Linee distintamente separate.

Lettera S
Perfettamente arcaica, a zig-zag.

Le altre lettere o non denotano differenze o non ricorrono in ambedue i testi. R chiara la distanza di tempo tra l’una e l’altra; la N. IV pur conservando ancora elementi arcaici come la L e la P appare di evidente forma latina e la terminazione delle parole complete sono decisamente romane.
Per questo elemento, congiunto ai nomi dei due contraenti: MANLIUS e STAIODIUS si fa giustamente risalire l’epigrafe al secolo III a.C. intorno all’avvenimento storico che abbiamo accennato.

(Testi tratti dal libro “Trasacco prima di Roma”)
(Testi a cura di Don Evaristo Evangelini)

Storie e Cultura